Giorno

20 gg/21 notti

Miglia/Km Totali

4,127 Miglia (6,642 Chilometri)

Città Porte di Accesso

Kalispell (FCA)

Minneapolis-St. Paul (MSP)

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
  • Glacier National Park, Montana

  • City of Rocks National Reserve, Idaho

  • Yellowstone National Park, Wyoming

  • Mount Rushmore National Memorial, South Dakota

  • Theodore Roosevelt National Park, North Dakota

Panoramica dell’itinerario

Città di arrivo Kalispell (FCA)
GIORNO 1: Glacier National Park, Montana
GIORNO 2: Glacier National Park, Montana
GIORNO 3: Nez Perce, Idaho
GIORNO 4: Hells Canyon, Idaho
GIORNO 5: Craters of the Moon, Idaho
GIORNO 6: City of Rocks National Reserve, Idaho
GIORNO 7: Grand Teton National Park, Wyoming
GIORNO 8: Grand Teton National Park, Wyoming
GIORNO 9: Yellowstone National Park, Wyoming
GIORNO 10: Yellowstone National Park, Wyoming
GIORNO 11: Beartooth Scenic Highway | Pompeys Pillar National Monument, Montana
GIORNO 12: Little Bighorn Battlefield National Monument, Montana
GIORNO 13: Deadwood | Spearfish, South Dakota
GIORNO 14: Mount Rushmore National Memorial | Crazy Horse Memorial, South Dakota
GIORNO 15: Badlands | Chamberlain, South Dakota
GIORNO 16: Mitchell | DeSmet | Sioux Falls, South Dakota
GIORNO 17: Theodore Roosevelt National Park, North Dakota
GIORNO 18: Theodore Roosevelt National Park, North Dakota
GIORNO 19: Theodore Roosevelt National Park (North Unit), North Dakota
GIORNO 20: Fort Abraham Lincoln State Park, North Dakota
Città di partenza – Minneapolis-St. Paul (MSP)

Luoghi Inconfondibili

Itinerario giorno per giorno

Going-To-The-Sun Road, Glacier National Park, credit Montana Office of Tourism

Attività:         Iniziate la vostra avventura al Glacier National Park, dove si trova una delle strade più sorprendenti d’America, la Going-to-the-Sun Road così giustamente denominata, poiché sale lungo lo Spartiacque Occidentale fino al Logan Pass Visitor Center. Trascorrete la giornata godendo dell’ecosistema della “Corona del Continente”, che offre un habitat ideale per capre di montagna, cervi, alci ed altre specie. Potete guidare in tutta autonomia oppure prendere parte ad un tour narrato a bordo di uno dei caratteristici Red Bus che dispongono di una varietà di itinerari attraverso il parco. Altrimenti optate per un Sun Tour condotto da una guida indiana Blackfeet e scoprite per quale motivo la tribù Blackfeet definisce questa zona la “Spina Dorsale della Madre Terra”.

Pernottamento:      Glacier National Park, Whitefish, Kalispell o St. Mary

Trail of the Cedars, credit Montana Office of Tourism

Attività:         Un solo giorno nel parco non è sufficiente! Con100 km di sentieri, il Glacier National Park è un paradiso per chi ama camminare. Cinque passeggiate auto-guidate con opuscolo e insegne consentono al visitatore di provare l’esperienza delle meraviglie del Glacier secondo i propri ritmi: Trail of the Cedars, Huckleberry Mountain, Hidden Lake, Sun Point e Swiftcurrent Nature Trail. Oltre a questi,  il visitatore può trovare decine di escursioni giornaliere all’interno del parco, ma le zone più rinomate sono Lake McDonald, Many Glacier, St. Mary/Logan PasseTwo Medicine. Altre attivitàmolto praticate sono leescursioni a cavallo, le gite panoramiche in barca e lo sci di fondo.

Pernottamento:      Glacier National Park, Whitefish, Kalispell o St. Mary

Nez Perce Visitor Center and Museum, credit Idaho Tourism

Attività:         Nez Perce National Historic Parkfu creato nel 1965 e si estende su 34 luoghi in quattro stati. Sostate a Spalding per esplorare il quartier generale del parco ed il visitor center. Fate un viaggio indietro nel tempo per seguire la storia della Fuga dei Nasi Forati nel 1877, il viaggio di 126 giorni attraverso quattro stati e scoprirete le leggende della tribù dei Nez Perce che furono costretti a lasciare le proprie terre quando la loro riserva fu ridotta ad un decimo della sua dimensione originale, dopo il Trattato del 1863. Siti storici, reperti archeologici, sentieri di scoperta, esposizioni museali e filmati offrono uno sguardo sui 10.000 anni di storia del popolo Nimiipuu. Nez Perce Tourism offre un’autentica esperienza per entrare in contatto con la cultura dei Nimiipuu. Il visitatore si può immergere nei costumi di questa cultura nativa tramite la narrazione interattiva, le escursioni di terra e d’acqua, il cibo, i canti, i tamburi e le danze. I tour includono la visita ai siti storici, gite in motoscafo e cene tradizionali. Poi si visita l’Appaloosa Museum & Heritage Center per apprendere la ricca storia della razza equina dell’Idaho. Qui sono presenti mostre, attività pratiche ed archivi storici per trovare le prime testimonianze dei cavalli pezzati nell’arte e nella letteratura ed i collegamenti tra l’Appaloosa e la tribù dei Nez Perce.

Pernottamento:      Lewiston o Moscow

Hells Canyon, credit Idaho Tourism

Attività:         Scavato dal potente Snake River che fisicamente separa i confini tra Idaho ed Oregon per oltre 160 km, l’Hells Canyon é la gola di un fiume più profonda del Nord America ad oltre 2.130 mt. Accedete all’Hells Canyon da Lewiston per una gita guidata in motoscafo o in una piacevole e comoda crociera. Fuori dall’acqua, c’è abbondanza di  avventura all’aperto all’ Hells Canyon National Recreation Area con camminate e mountain biking attraverso la scenografica vegetazione del territorio. Non importa quale sentiero scegliate, ma é certo che godrete di panorami  fantastici del canyon oltre ai graffiti rupestri deiNez Perce, antilocapre, orsi neri, cervi, aquile ed altra fauna selvatica.

 Pernottamento:      Riggins o McCall

Craters of the Moon National Monument, credit Idaho Tourism

Attività:         Attraversate i paesaggi unici di Craters of the Moon National Monument and Preserve per sperimentare questa autentica stranezza della natura. Spostatevi tra i resti delle eruzioni vulcaniche tramite un percorso guidato o imboccando uno dei sentieri a piedi. Ammirate gli immensi flussi di lava o intraprendete una camminata attraverso caverne e crateri. Appena giunge la notte, puntate gli occhi al cielo per un’altra meraviglia astronomica. Craters of the Moon National Monument and Preserve è un International Dark Sky Park, ove il limitato inquinamento luminoso preserva i cieli notturni per un’osservazione incontaminata delle stelle.

Pernottamento:      Burley o Twin Falls

City of the Rocks State Park, credit Idaho Tourism

Attività:         City of Rocks National Reserve sono5.660 ettari paradisiaci di natura pura dell’Idaho, perfetti per un’arrampicata di classe mondiale e un’avventura nel backcountry. Paesaggi caratterizzati da prati di salvia selvatica e boschetti di pioppi tra le caratteristiche formazioni rocciose, garantiscono un’esplorazione continua e scenari ideali per camminate, pedalate, arrampicate, bird watching e per scattare foto. Una varietà di sentieri per hiker di ogni livello si intrecciano nella zona centrale delle formazioni rocciose conosciute come  Inner City. La riserva ospita anche percorsi storici, repliche di carri pionieristici e testimonianze di pionieri che viaggiarono sul California Trail durante la Gold Rush – la Corsa all’Oro.

Pernottamento:      Pocatello o Idaho Falls

Grand Teton National Park, credit Wyoming Office of Tourism

Attività:         A  sud dello Yellowstone National Park e a nord delle cittadina di Jackson, i 125.000 ettari del Grand Teton National Park includono fondovalle lussureggianti, prati di montagna, laghi alpini e le cime svettanti del Teton Range. Se luoghi inconfondibili quali Mormon Row e Moulton Barns sono i più fotografati nel parco, le vette celestiali del Grand Teton offrono scenari perfetti  per gli amanti della natura, dell’avventura outdoor e per viaggiatori che vogliano esplorare gli incredibili paesaggi del parco. Il parco offre camminate, campeggi, arrampicate, gite in barca e kayak nonché numerose possibilità di scattare splendide foto. Una strada si snoda nel parco, ma il sistema migliore per scoprirlo è  intraprendere una delle sue passeggiate più brevi o pedalare su un suo sentiero. Il visitatore può avvistare la fauna selvatica, che comprende bisonti, cervi, alci, orsi e antilocapre; esplorare i 370 km di sentieri per camminate; gettare l’amo nello Snake River; pedalare sul percorso multi-uso che collega la vicina Jackson a South Jenny Lake; arrampicarsi sulle impressionanti vette montuose .Inoltre  la Jenny Lake Scenic Drive e la Signal Mountain Summit Road sono le due strade scenografiche assolutamente da non perdere.

Pernottamento:      Grand Teton National Park

Grand Teton National Park, credit Wyoming Office of Tourism

Attività:         L’attuale Grand Teton National Park ha una storia diversificata e lunga che include testimonianze dell’uomo risalenti ad oltre 11.000 anni fa. Gli indiani nomadi  che trascorsero le estati in questa valle hanno lasciato prove tangibili come i solchi circolari dei  tipi, le buche per il fuoco ed utensili in pietra. Seguendo le usanze dei Nativi Indiani, i primi esploratori americani – tra questi John Colter -giunsero nella zona  così come cacciatori di pelli e mountain men, seguiti dai primi colonizzatori nel 1884. Altre attrazioni storiche includono  la John D. Rockefeller Jr. Memorial Parkway, la Chapel of TransfigurationCunningham Cabin Historic Site.Oggi la ricca storia e la cultura del parco possono essere apprezzate grazie ai programmi condotti dai ranger ed ai visitor center, così come ai numerosi luoghi storici d’interesse.

Pernottamento:      Grand Teton National Park

Yellowstone National Park, credit Wyoming Office of Tourism

Attività:         Gli 800.000 ettari dello Yellowstone National Park sono dimora di un’incomparabile combinazione di bellezze naturali, natura selvaggia, maestose vette ed abbondante fauna allo stato brado, così come la più alta concentrazione mondiale di  geyser e fenomeni termali. Luoghi inconfondibili – quali Old Faithful, Lower Falls eYellowstone Lake – possono risultare famigliari da dipinti e fotografie, ma visti dal vivo sono un’esperienza semplicemente coinvolgente,della quale il visitatore può beneficiare tutto l’anno. Che sia per voi piacevole un’escursione impegnativa o che preferiate sedere tranquillamente ed ammirare il tramonto, il parco offre una grande varietà di attività adatte a tutti. Tra le più famose: camping, camminate, gite in barca e in bicicletta, pesca, avvistamento della fauna selvatica, tour guidati e uscite a cavallo.

Pernottamento:      Yellowstone National Park

Bison in Yellowstone National Park, credit Wyoming Office of Tourism

Attività:         Considerando che il parco accoglie la maggior parte dei visitatori d’estate, sinceratevi di  uscire dai percorsi maggiormente battuti  facendo una passeggiata e pianificate di partire presto per le avventure della vostra giornata. L’autunno porta allo  Yellowstone National Park giornate piacevoli, serate fresche, aria di montagna cristallina, il richiamo dei cervi in amore ed una tavolozza di fogliame variopinto. La fauna selvatica è attiva nel parco durante l’autunno, specialmente  grizzly e orsi neri che si riempiono la pancia per prepararsi al letargo invernale. I cervi sono in calore ed il visitatore può ascoltare il loro richiamo nel parco, specialmente al mattino presto ed al tramonto. Se desiderate fare una visita allo Yellowstone National Park quando è poco affollato, la primavera è la stagione ideale per pianificare il vostro viaggio, con attività che prevedono camminate sui sentieri a bassa altitudine, avvistamento della fauna selvatica (bisonti e cervi mettono al mondo i propri piccoli tra aprile e maggio) ed escursioni in bicicletta.

Pernottamento:      Yellowstone National Park

Beartooth Highway, credit: Montana Office of Tourism

Attività:         Al mattino, con l’auto, percorrete gli oltre 100 scenografici km della Beartooth Scenic Highway, spesso considerata le più bella strada d’America. E’ una delle zone più elevate ed aspre dei 48 stati continentali americani con 20 cime che raggiungono oltre 3650 mt di altitudine. Continuate verso Red Lodge e godetevi un pranzo nel grazioso centro cittadino prima di proseguire per Billings ed oltre. Trascorrete il pomeriggio al Pompey’s Pillar National Monument e ammirate le testimonianze dei Nativi Indiani, dei primi esploratori, dei cacciatori di pelli, della Cavalleria degli Stati Uniti, dello sviluppo ferroviario e dei primi coloni, molti dei quali hanno lasciato la loro storia incisa su questa roccia di pietra arenaria. Tornate poi a Billings, la più grande città del Montana. Sorge sulle rive dello Yellowstone River e vanta un vivace centro storico con numerosi e deliziosi ristoranti nonché birrifici artigianali, tutti a breve distanza  piedi l’uno dall’altro.

Pernottamento:      Billings

Little Bighorn Battlefield National Monument, credit: Montana Office of Tourism

Attività:         Oggi la vostra direzione di marcia vi porta ad un’ora da Billings,alla Crow Reservation ed al sito del Little Bighorn Battlefield National Monument. Il monumento commemora il luogo della battaglia che si svolse il 25-26 giugno 1876, tra il Settimo Reggimento della Cavalleria degli Stati Uniti comandato dal Colonnello George Armstrong Custer e le tribù Sioux e Cheyenne guidate politicamente e spiritualmente da Toro Seduto. Il museo presenta mostre sulla storia della battaglia, di Custer, delle armi, dell’archeologia, della vita degli Indiani delle Praterie con tour a piedi con indicazioni interpretative. Un tour autonomo di circa 4 km collega Custer Battlefield al Reno-Benteen Battlefield. I programmi dei Ranger sono organizzati tutta l’estate ed i tour in bus del campo di battaglia sono disponibili dal weekend del Memorial Day (fine maggio) fino al Labor Day (prima settimana di settembre).

Pernottamento:      Billings

Deadwood, credit: South Dakota Tourism

Attività:         Sul letto di un fiume la Spearfish Canyon Scenic Byway consente al visitatore di ammirare le imponenti pareti di roccia calcarea ed i pini. Centinaia di metri rosa, marrone e grigio svettano come palizzate su entrambi i lati di questa sezione di 35 km della U.S. Highway 14A. Bridal Veil Falls e Roughlock Falls sono brevi passeggiate d’obbligo lungo il percorso. Poi puntate in direzione della storica Deadwood nota per il suo passato rissoso e turbolento,quando giocatori d’azzardo e pistoleri quali Wild Bill Hickok e Calamity Jane divennero leggenda su queste strade dure e polverose. Praticamente tutta la cittadina è un National Historic Landmark – con luoghi ed edifici di grande interesse storico – e il divertimento è assicurato. Non perdetevi una visita al Days of 76 Museum, Broken Boot Gold Mine, un giro in diligenza, il Deadwood Alive – rievocazione di una sparatoria del Wild West – e il Saloon #10. Nelle vicinanze, Rapid City vanta negozi e gallerie d’arte uniche, ristoranti e pub da eleganti ad eclettici, statue dei Presidenti americani ed edifici di fine del 19° secolo. Must in città da vedere assolutamente sono: Main Street Square, City of Presidents, Prairie Edge Native American Gallery, Black Hills Reptile Gardens ed il Journey Museum.

Pernottamento:      Rapid City o Deadwood

Mount Rushmore National Memorial

Attività:         Nel cuore delle Black Hills del South Dakota occidentale, Crazy HorseMemorial è la più grande scultura di roccia di tutto il mondo in corso d’opera. Fate una sosta al Laughing Water Restaurant per gustare uno stufato di bisonte o un Indian taco. Poi dirigetevi al Mount Rushmore National Memorial conosciuto quale Santuario della Democrazia d’America”. Questa imponente opera scultorea mostra i volti di 18 mt di quattro grandi presidenti americani, che rappresentano la nascita, la crescita, lo sviluppo e la conservazione della nazione. In prossimità delle Black Hills del South Dakota, Custer State Park ospita una varietà di fauna selvatica e magnifici scenari naturali in circa 28.000 ettari. Fate un Buffalo Jeep Safari Tour, guidate sul Wildlife Loop o sulla Needles Highway e visitate lo State Game Lodge ed il Sylvan Lake. Al Mammoth Site di Hot Springs viaggiate indietro nel tempo dell’Era Glaciale quando mammut, cammelli e giganteschi orsi dal muso corto vagavano nelle Grandi Praterie del Nord America. Questo luogo è il centro di ritrovamento e ricerca di mammut più grande del mondo, dove è possibile visitare uno scavo paleontologico attivo e ammirare fossili dell’Era Glaciale appena scoperti.

Pernottamento:      Keystone, Custer o Hill City

Badlands National Park, credit: South Dakota Tourism

Attività:         Il Badlands National Park ingloba oltre 98.000 ettari di paesaggio di forte impatto e vanta un labirinto di promontori, canyon, pinnacoli e guglie. Percorrete la Badlands Loop Scenic Bywaye fermatevi al Ben Reifel Visitor Center. Poi viaggiate verso Wall Drug, che si è trasformato in un paese delle meraviglie ed attrattive gratuite di oltre 7.000 m² , includendo il Western Art Gallery Restaurant con 520 posti a sedere. Per una sosta più calata nella storia, visitate il Minuteman Missile National Historic Site. Si tratta di tre luoghi nell’arco di 25 km sulla Interstate 90: il silo Delta-09 missile, la rampa Delta-01 Launch Control Facility ed il visitor center. Poi immergetevi nella storia dei Nativi Indiani con una sosta per ammirare Dignity, una scultura in acciaio alta più di 15 mt di una donna nativa con uno star quilt, in onore delle culture delle tribù Lakota e Dakota. E non perdetevi l’Akta Lakota Museum. Con un mini-teatro, pannelli interattivi, descrittivi in lingua inglese-lakota e il Medicine Wheel Garden, fornisce un’importante panoramica sul sistema di vita passata e presente dei Nativi d’America.

Pernottamento:      Chamberlain

Sioux Falls, credit: South Dakota Tourism

Attività:         Iniziate la vostra giornata al Mitchell Corn Palace. Questo palazzo è decorato ogni anno con granturco, chicchi ed erba nativa ed è una piacevoleattrattiva da vedere sia di giorno che di notte. Alla Ingalls Homestead fate un giro a bordo di un carro dei pionieri, partecipate ad una lezione in una scuola del 1880 o ad un tour con carretto trainato da pony, fate cordami o bamboline di granturco e prendete parte alla torsione del fieno e alla macinazione del grano  come nel libro “The Long Winter” scritto proprio da Laura Ingalls WIlder. Come il nome della più grande città del South Dakota indica, Falls Park è un luogo noto dai locali e dai visitatori: 55 sculture uniche che cambiano allo Sculpture Walk offrono al visitatore di Sioux Falls la possibilità di fare un giro in autonomia ammirando bei pezzi d’arte disposti nel centro cittadino. Good Earth State Park a sud-est di Sioux Falls è un luogo storico e culturale importante ed al contempo un bel rifugio naturale vicino alla parte maggiormente sviluppata e popolata dello stato. In qualità di più recente aggiunta al sistema dei parchi statali, Good Earth offre l’opportunità di fare camminate e di praticare birdwatching.

Pernottamento:      Sioux Falls

Theodore Roosevelt National Park, Credit: National Park Service via North Dakota Tourism

Attività:         Il Theodore Roosevelt National Park è uno dei posti più belli in North Dakota, con mandrie di bisonti, maestosi cavalli selvaggi ed un panorama da togliere il fiato. Qui potrete ammirare un paesaggio stupendo e la fauna allo stato brado, effettuare un rilassante viaggio in auto, trovare un luogo per una tranquilla camminata o per un picnic. Una delle maggiori attrattive nel versante meridionale (asfaltato) della South Unit è la ScenicLoop Drive di circa 57 km con piazzuole di sosta e segnaletica informativa che spiega alcuni fatti storici e naturalistici del parco.TRNP è uno dei luoghi migliori per avvistare facilmente gli animali più rappresentativi del West: bisonti, cervi-mulo, cervi dalla coda bianca, cervi e cavalli selvatici (nella South Unit), muschiati (North Unit), antilocapre, coyote, linci, tassi, castori, istrici, cani delle praterie, aquile, numerosi volatili ed occasionalmente serpenti. Per chi ama la bici, c’è il percorso sterrato MaahDaah Hey trail, che scorre tra la South Unit su fino alla North Unit. Le strade del parco seguono il contorno delle Badlands, consentendo a chi guida di godere a pieno del panorama.

Pernottamento:      Medora

Bully Pulpit Golf Course, credit North Dakota Tourism

Attività:         Il secondo giorno a Medora può iniziare con una colazione leggera prima di giocare a golf su uno dei più scenografici campi 18 buche di tutto il paese, Bully Pulpit Golf Course. Che si tiri 72 o 100, qui si stimola l’appetito per una visita alla Tjaden Terrace, adiacente il Burning Hills Amphitheatre, per una cena a base di bistecca con contorno  con vista sulle pareti rocciose che s’affacciano su Medora e successivamente per una serata al Medora Musical. In alternativa si può fare un tour del Chateau de Mores, edificio storico di due piani e 26 stanze costruito nel 1883 quale residenza estiva della famiglia del Marchese de Mores. Il Chateau è ora una dimora storica-museo e contiene molti pezzi di arredamento originali e gli effetti personali della famiglia de Mores. Per tutta la famiglia c’è lo svago del Medora Children’s Park, Medora Mini Golf e Perception, una mostra con illusioni ottiche e magia che sfiderà la vostra mente. Sono previsti tour  guidati interattivi attarverso le mostre sull’illusionismo, la Slant House sulle colline di Medora.

Pernottamento:    Medora

Thoedore Roosevelt National Park North Unit. credit North Dakota Tourism

Attività:         Chiamata“Grand Canyon of the North”, l’incontaminata North Unit del Theodore Roosevelt National Park offre alcune delle più belle vedute delle Badlands del North Dakota ed un superlativo avvistamento della fauna selvatica: bisonti, cervi, antilocapre, cani della prateria nonché mandrie di bovini! IlMaahDaah Hey trailinizia nella North Unit del parco ma scorre in tutta la zona più selvaggia rimanendo disponibile solo per hiker ed escursioni a cavallo; ci sono comunque numerosi sentieri per camminate a cavalcate in tutto il parco. Si può provare un’autentica esperienza dei Nativi Indiani a New Town, a soli 45 minuti ad est di Watford City, sede delle tribù Mandan, Hidatsa ed Arikara che costituiscono la MHA Nation.Qui si visitano l’Earth Lodge Village, il Three Tribes Museum,il 4 Bears Casino e l’MHA Heritage Center; si possono fare attività ricreative all’aperto, partecipare a rodei e powwow (raduni di Nativi). La strada Four Bears/Killdeer Mountain Scenic Byway viaggia da New Town a Killdeer attraverso la scenografia delle Badlands del North Dakota ed il Lake Sakakawea.

Pernottamento:      Watford City

Fort Abraham Lincoln State Park, credit North Dakota Tourism.

Attività:         La capitale del North Dakota, Bismarck, è il centro della cultura, storia e shopping. Da non perdere attrattive quali il Dakota Zoo, il North Dakota Heritage Center and State Museum ed il Fort Abraham Lincoln, sede della replica della dimora del Generale George Armstrong Custer e base del reggimento di cavalleggeri. Il forte è anche la sede del On-a-Slant Mandan Indian Village: la ricostruzione di sei earthlodge – tipiche abitazioni native dalla forma circolare – di un villaggio Mandan abitato fino alla fine del 1700. Sul terreno dello State Capital a Bismarck, il North Dakota Heritage Center sorge il quartier generale della State Historical Society of North Dakota ed al contempo il più grande museo dello stato. Il Lewis & Clark Riverboat continua orgogliosamente la tradizione dei battelli a vapore sul Missouri River al Port of Bismarck, offrendo la piacevole esperienza di una navigazione sul possente fiume Missouri da maggio a settembre. Un’esperienza leggendaria è il Mandan Rodeo che iniziò la sua tradizione il 4 luglio 1879 con una partita di baseball ed una competizione di pony. Ma da non mancare è anche la celebrazione dei Nativi Indiani allo United Tribes Powwow, che si tiene ogni anno il secondo weekend di settembre.

Pernottamento:      Bismarck